Telefono temporaneo
081 7614246

Prof. Avv. Orazio Abbamonte

Nato a Napoli il 17 Novembre 1961, si laurea, dopo aver compiuto gli studi classici, in Giurisprudenza con lode nell’anno accademico 1982/83.

Successivamente alla Laure ha avviato il proprio impegno scientifico presso al I cattedra di Storia del Diritto Italiano dell’Università degli Studi di Napoli, Facoltà di Giurisprudenza, titolare il prof. Raffaele Ajello; ha altresì collaborato, come cultore della materia, presso le cattedre di Storia del Diritto Italiano e di Storia delle Istituzioni Politiche della Facoltà di Giurisprudenza dell’Ateneo salernitano, titolare il prof. Raffaele Feola.

Nel Novembre 1985 è stato ammesso, previo superamento del prescritto esame, al corso di dottorato di ricerca in storia del Diritto Italiano con particolare riferimento al diritto moderno, di durata triennale. Al termine del corso ha sostenuto, con esito positivo “La scienza amministrativa napoletane. Metodologia e politica in una disciplina nascente (1820-1860)”.

Ha partecipato al concorso per professore universitario di seconda fascia, risultando vincitore per il raggruppamento di “Storia delle istituzioni e delle dottrine politiche”. E’ stato successivamente chiamato, nel 1992, dalla Facoltà di Scienze economiche e sociali dell’Università del Molise, sull’insegnamento di Storia della pubblica amministrazione antica e moderna.

Dall’anno accademico 1992-1193 fa parte del corpo docente della Facoltà di Giurisprudenza del medesimo Ateneo, dove è anche stato incaricato, dall’a. a. 1993-1194 dell’insegnamento di Storia del diritto Italiano ininterrottamente sino ad oggi e, nel 1995-1996, dell’insegnamento di Istituzioni di diritto pubblico (poi rinunciato).

Nell’anno accademico 1997-1998 è stato incaricato dell’insegnamento di Storia della Pubblica amministrazione nell’ambito del Diploma universitario di assistente sociale, attivo presso l’Istituto universitario “Suor Orsola Benincasa” di Napoli.

Dall’anno accademico 1995-1996 è professore associato confermato. Nel 1999 ha superato il concorso di professore di I  fascia di Storia del diritto italiano, venendo successivamente chiamato, a far data dal 1° Novembre, dal Consiglio della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Molise. Con decorrenza dall’a. a. 2002-2003 ha conseguito la nomina a professore ordinario per il settore Ius/19 – Storia del diritto medioevale e moderno.

Nel 1998 è componente del Comitato tecnico del corso di Laurea in scienze della Formazione, attivato presso l’Università degli Studi del Molise.

Nel 1999 è delegato del Rettore dell’Università degli Studi del Molise, per i problemi connessi alla gestione della Biblioteca d’Ateneo: nel 2001 ha lasciato l’incarico.

Nel 1999 è nominato responsabile del contratto di ricerca ai sensi dell’art. 51, co. 6° I. 27 Dicembre 1997 n°449 sulla condizione storica della Giurisprudenza, quale momento di creazione del diritto, di mediazione dei conflitti, di razionalizzazione degli assetti sociali. Partecipa a vari progetti di ricerca universitari ed interuniversitari, su questioni legate all’analisi della dimensione giurisprudenzale.

E’ stato coordinatore dell’a. a. 1999 all’a. a. 2002 del corso di Dottorato di Ricerca attivato nello stesso anno presso l’università degli Studi del Molise di Storia e comparazione dell esperienze di certificazione.

Con decorrenza dell’anno accademico 2002-2003 è stato chiamato dalla Facoltà di Giurisprudenza della Seconda Università del Studi di Napoli a ricoprire l’insegnamento di Storia della giustizia nel biennio specialistico della Laurea in Giurisprudenza. Presso quell’Ateneo ha svolto anche l’insegnamento di Storia del diritto medioevale e moderno nel triennio del diploma in Scienze Giuridiche, nonché l’insegnamento di Storia del diritto moderno e contemporaneo.

Per un Biennio è stato incaricato dell’insegnamento di storia delle codificazioni presso la LUISS – Guido Carli di Roma. Ha tenuto lezioni in corsi di dottorato di ricerca.

Dal 2005 al 2006 è stato componente del Comitato Tecnico Scientifico della Scuola Superiore per l’amministrazione locale.

Nel 2007 è stato nominato delegato del Rettore della SUN per gli affari giuridici.

Ha fatto parte di commissioni d’esame d’ammissione di dottorato ricerca e di ricercatore universitario e di professore di I fascia.

Per due volte corresponsabile di progetti di ricerca d’interesse nazionale (Prin).

Ha tenuto corsi di formazione per funzionari del Ministero dei Beni culturali ed ambientali.

E’ socio della Società napoletana di Storia patria e consigliere direttivo della medesima per il triennio 2011-2013.

E’ iscritto all’Albo dei giornalisti della Campania – Elenco dei pubblicisti.

Dal 2003 svolge stabilmente attività pubblicistica quale opinionista in più quotidiani.

Ha partecipato, in qualità di relatore, a numerosi convegni, storici e giuridici.

Oltre a varie centinaia di articoli su quotidiani e periodici, ha pubblicato:

   1) recensione a P. L. Rovito, Res publica dei togati, in “Archivio storico per le provincie napoletane”, 1984;

   2) Dialettica degli status e rivendicazioni nobiliari a Napoli, in “Archivio storico per le provincie napoletane”, 1985;